LE NUOVE FRONTIERE DEL CREDITO

L'immagine può contenere: una o più persone e sMS

GIOVEDI’ 23 MARZO ORE 20.30

CONFESERCENTI FERRARA – VIA DARSENA 178

Durante la serata si parlerà di:

COME CAMBIA IL MONDO DEL CREDITO PER LE PICCOLE IMPRESE: LA BORSA DEL CREDITO

COME FACILITARE GLI ACQUISITI DEI TUOI CLIENTI: “SOISY” – PRESTITI 100% ON-LINE IN NEGOZIO

CIRCUITO “LIBEREX”: IL CREDITO CHE MUOVE L’ECONOMIA LOCALE

DETASSAZIONE DEI PREMI DI PRODUTTIVITA’: SIGLATO IMPORTANTE ACCORDO DA CONFESERCENTI, FILCAMS, FISASCAT E UILTUCS

Confesercenti Emilia Romagna e CGIL, CISL, UIL Emilia Romagna e FILCAMS, FISASCAT, UILTUCS Emilia Romagna hanno firmato il 20 Dicembre 2016 e poi depositato presso gli Ispettorati territoriali del Lavoro della Regione Emilia Romagna l’Accordo Quadro Territoriale Regione Emilia Romagna per la detassazione dei premi di produttività della partecipazione agli utili e per i servizi di welfare.Con il presente accordo le aziende del commercio, turismo e servizi della Regione Emilia Romagna aderenti a Confesercenti e che applicano i contratti collettivi nazionali di lavoro sottoscritti da Confesercenti e dai sindacati nazionali sopra indicati possono detassare i premi di produttività riconosciuti ai loro lavoratori dipendenti per gli anni 2017 e 2018 fruendo dell’imposta agevolata del 10%.L’intesa ha recepito le disposizioni della legge di Stabilità 2016 che ha reintrodotto la misura agevolativa in favore dei lavoratori che abbiano percepito nell’anno precedente un reddito da lavoro dipendente fino a 50 mila euro.La norma prevede una imposta sostitutiva dell’IRPEF con aliquota pari al 10% applicabile alle somme e ai benefit corrisposti per incrementi di produttività, entro il limite di importo complessivo di 2.000 euro lordi, ovvero di 2.500 euro per le imprese che coinvolgano pariteticamente i lavoratori nell’organizzazione del lavoro.

Per maggiori informazioni è consultabile il sito dell’Ente Bilaterale di Confesercenti e Filcams, Fisascat,Uiltucs  Emilia Romagna  www.ebter.it.

federagitFEDERAGIT-CONFESERCENTI  

PROCLAMA LO STATO DI AGITAZIONE DELLA CATEGORIA

Con un COMUNICATO STAMPA del 1° marzo scorso le Guide Turistiche hanno scritto al Ministro Dario Franceschini annunciando lo stato di agitazione della categoria e chiedendo una rapida convocazione del tavolo per la legge di riordino delle professioni turistiche.

E’ quanto rende noto Valentina Grandi, neopresidente di Federagit Confesercenti, sottolineando “l’aggravamento della situazione dopo la pubblicazione della sentenza del TAR del Lazio che annulla i decreti del MiBACT del 7-4-15 e dell’11-12-15 e del parere dell’Antitrust”. Dopo tre anni di riunioni con MiBACT e Regioni si era arrivati a questi decreti che, seppur non perfetti, permettevano alle guide già abilitate in un territorio, di vedere riconosciute le competenze specifiche professionali. E per questo motivo, Federagit Confesercenti si era presentata in opposizione al ricorso e quindi a favore dei DM.“A questo punto, con un tale caos normativo – afferma la Grandi – è sempre più urgente sapere che cosa vuole fare il Ministero, se ricorrere al Consiglio di Stato, se accelerare sulla legge di riordino oppure entrambi”.

Federagit Confesercenti è sempre stata a difesa della specializzazione della professione di guida turistica e della corretta divulgazione del patrimonio culturale italiano, a tutela della categoria e del consumatore, e non mancherà di continuare a rappresentare tali posizioni nelle sedi internazionali, nazionali e locali.

“Il decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2017 presenta un quadro di innovazioni normative di natura fiscale che si attaglia, purtroppo, ad uno schema costituito da disposizioni frammentate e spesso disorganiche. Disposizioni che si inseriscono in un contesto legislativo già pletorico, creando problematiche di coordinamento spesso trascurate…” (Mario Damiani – Professore straordinario di diritto tributario Università LUM -Bari). 

Con la legge di stabilità 2017 vengono introdotte diverse novità fiscali per le imprese del commercio, del turismo e dei servizi. Confesercenti Ferrara organizza a tal proposito un incontro APERTO A TUTTI  per informare e chiarire come districarsi e agire a fronte dei nuovi obblighi e delle opportunità date dalle nuove modalità di gestione.

 

Il punto della situazione sulle novità fiscali

Dai nuovi obblighi di comunicazione al fisco

al regime di cassa 

(Relatore: Dott. Massimiliano Parpiglia)

Giovedì 23 febbraio 2017 ore 20.30

 Confesercenti – Via Darsena 178 – Ferrara – Aula “A”

 

 

 

CAPODANNO 2017. DIVIETI E SICUREZZA

no-alcohol-signIn occasione della tradizionale manifestazione di fine anno “Capodanno a Ferrara” 2017 l’Amministrazione Comunale, con ordinanza del 22 dicembre scorso, ha vietato ai pubblici esercizi di somministrazione e agli esercizi commerciali a posto fisso o su area pubblica presenti all’interno dell’area interessata dalla manifestazione, di vendere per asporto bevande di qualunque genere contenute in recipienti metallici o di vetro dalle ore 19.00 del 31/12/2016 alle ore 06.00 del 01/01/2017. La Questura di Ferrara ha altresì vietato agli avventori di entrare dentro ai varchi dell’area dedicata alla manifestazione con bottiglie e altri contenitori di vetro, metallo e materiali rigidi.  La “zona rossa”, accessibile da 10 varchi, è da individuarsi nelle aree di Piazza e Largo Castello e Piazza della Repubblica e Giardini Ex-Standa

 

© Confesercenti Ferrara 2015 - Via Darsena 178 - 44122 Ferrara

Tel. 0532.778411 - Fax 0532.778510

C.F. 80007790381

mail: direzione.provinciale@confesercentiferrara.it - pec: segreteria@pecconfesercentife.it

Area Privata