Aumentato il tasso di interesse legale

Aumentato il tasso di interesse legale

Dall’1.1.2023 il tasso di interesse legale passa dal 1,25% al 5%.

Il tasso di interesse legale è un importante parametro di riferimento per diverse operazioni, tra queste:

Ravvedimenti

Il tasso di interesse legale viene utilizzato  per il calcolo degli interessi dovuti al fine di regolarizzare, tramite il ravvedimento ex art. 13, D.Lgs. n. 472/97, le omissioni / irregolarità commesse in sede di versamento dei tributi (IVA, IRPEF, ritenute, ecc.). L’aumento del tasso di interesse legale si traduce quindi dall’1.1.2023 in un incremento del costo del ravvedimento.

Locazioni

La modifica del tasso degli interessi legali opera anche in materia di locazioni immobiliari, relativamente al calcolo degli interessi maturati a favore del conduttore sul deposito cauzionale.

Rapporti debitore e creditore

Queste le attività debito credito interessate:

danni nelle obbligazioni pecuniarie (art. 1224);interessi nelle obbligazioni pecuniarie (art. 1282);interessi compensativi sul prezzo (art. 1499);anticipazione all’affittuario (art. 1652);interessi sulle somme riscosse, contratto di mandato, a carico del mandatario (art. 1714);spese e compenso del mandatario (art. 1720);interessi, contratto di mutuo (art. 1815);interessi, conto corrente (art. 1825).

2023-01-16T09:46:47+00:00 By |news|