Credito d’imposta per le imprese energivore e non energivore e gasivore e non gasivore.

Credito d’imposta per le imprese energivore e non energivore e gasivore e non gasivore.

Facciamo un po’ di chiarezza ma…ATTENTI ALLA SCADENZA DEL 29/8/2022

Preliminarmente si ritiene opportuno chiarire che il credito di imposta sui costi energetici delle imprese è stato disciplinato da ben 5 Decreti Legge e 3Circolari  dell’Agenzia delle Entrate che hanno fornito via via chiarimenti.
I cinque Decreti Legge, in ordine cronologico, sono

  • Decreto “Sostegni-ter”
  • Decreto “Energia”
  • Decreto “Crisi Ucraina”
  • Decreto “Aiuti”
  • Decreto “Aiuti-bis”

emanati fra gennaio ed agosto.
Le circolari dell’Agenzia delle Entrate sono:

  • N. 13/E del 13.05
  • N. 20/E del 16.06
  • N. 25/E del 11.07

primi 2 Decreti hanno previsto specifici crediti d’imposta relativi alle spese sostenute per l’energia elettrica consumata dalle imprese energivore nel primo e secondo trimestre dell’anno in corso.
Il terzo, il Decreto “Crisi Ucraina” li ha previsti anche a favore delle imprese non energivore per le spese sostenute per l’energia elettrica consumata nel secondo trimestre.
Specifichiamo subito cosa significa imprese energivora e non energivora.

Un’ impresa viene definita energivora a fronte di un consumo annuo superiore ad 1 gW/h.
Un’impresa viene definita non energivora se dotata di contatori con potenza disponibile pari o superiore a 16,5 kW.

Ovviamente da ora in poi tratteremo solo queste ultime perché rappresentano un buon numero di imprese a noi associate, anche se non tutte, purtroppo.

Per il gas naturale invece, tutte le imprese da noi rappresentate rientrano nelle non gasivore.

Il credito d’imposta spetta alle imprese non energivore i cui costi per kW/h della componente energia elettrica, calcolata sulla media del primo trimestre 2022 al netto delle imposte, hanno subito un incremento del costo superiore al 30% relativo al primo trimestre 2019.

N.B. LEGGERE IN FONDO ALLA PRESENTE NEWSLETTER COME OTTENERE IL CALCOLO

Sul calcolo del costo medio è intervenuta l’Agenzia delle Entrate con la Circolare n. del 13.05.2002 chiarendo che per il suddetto calcolo si deve tenere conto dei costi per:

  • l’energia elettrica, incluse le perdite di rete;
  • Il dispacciamento;
  • la commercializzazione

Non concorrono al calcolo del costo energetico a titolo esemplificativo, le spese di trasporto, le coperture finanziarie sugli acquisti di energia elettrica e le imposte relative alla componente energia.

Il credito d’imposta è pari al 12%, aumentato al 15% ad opera del Decreto Aiuti, delle spese sostenute per la componente energetica acquistata ed effettivamente utilizzata nel secondo semestre 2022 (1.4 – 30.6.2022)

Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione entro il 31.12.2022, non è tassato ai fini IRPEF, IRES/IRAP ed infine e cedibile.

BONUS AUMENTO COSTO GAS NATURALE IMPRESE “NON GASIVORE”

Il Decreto “Crisi Ucraina”, convertito in Legge, la n. 51/2022, ha riconosciuto il credito d’imposta alle imprese che consumano gas naturale per usi energetici diversi dagli usi termoelettrici nella misura del 20%, aumentata al 25% ad opera del Decreto Aiuti delle spese sostenute per l’acquisto del gas naturale consumato nel secondo trimestre.

Per poter beneficiare del bonus è necessario che il prezzo del gas naturale, calcolato come media, riferita al primo trimestre 2022, dei prezzi di riferimento del Mercato Infragiornaliero (MI-GAS) pubblicati dal Gestore dei Mercati Energetici (GME) abbia subito un incremento superiore al 30% del corrispondente prezzo medio del primo trimestre 2019.

N.B. LEGGERE IN FONDO ALLA PRESENTE NEWSLETTER COME OTTENERE IL CALCOLO

Non concorrono al calcolo della spesa della componente “gas” a titolo esemplificativo, le spese di trasporto, stoccaggio, distribuzione e misura (c.d. servizi di rete)

Il 9 agosto scorso è stato pubblicato il Decreto “Aiuti-bis”, cha ha esteso le agevolazioni (crediti d’imposta), al terzo trimestre 2022, già riconosciute per il secondo trimestre a favore delle imprese non energivore e non gasivore per le spese sostenute per l’acquisto di energia elettrica/gas naturale a fronte dell’incremento del relativo costo.

NOVITA IMPORTANTE
Il Decreto “Aiuti-bis” prevede uno specifico adempimento in capo al fornitore qualora l’impresa beneficiaria del credito d’imposta si sia rifornita/si rifornisca di gas naturale o energia elettrica, nel secondo e terzo trimestre 2022 dal medesimo soggetto da cui si è rifornita nel secondo semestre 2019.

In tal caso, il fornitore, entro 60 giorni dalla scadenza del periodo per il quale spetta l’agevolazione, deve inviare al cliente, a fronte di specifica richiesta, una comunicazione riportante:

  1. il calcolo dell’incremento di costo della componente energetica,
  2. l’ammontare della detrazione spettante per il terzo trimestre 2022;

URGENTE
Per il secondo trimestre tale richiesta deve essere fatta dal cliente entro sessanta giorni dalla scadenza del periodo per il quale spetta il credito d’imposta, quindi entro il 29/08/2022

Per i nostri associati che non sono nel Consorzio Innova Energia e che hanno avuto lo stesso fornitore nei periodi di riferimento sopra riportati (1° trimestre 2019 e i primi due trimestri 2022) di fare domanda direttamente al loro fornitore tramite posta elettronica, entro il 29/08/2022 dove va riportato quanto segue:

Buongiorno,
per conto dell’impresa______________________________, P.Iva _______________
SI RICHIEDE
Ai sensi dell’Art. 2 comma 3bis del DL Aiuti (convertito con L. 91/2022), il calcolo dell’incremento del prezzo di riferimento e l’ammontare del credito d’imposta a noi spettante su tutte le ns. utenze in fornitura con voi.
Nell’attesa di un Vs. tempestivo riscontro, porgiamo
Cordiali saluti

Per i nostri associati che sono soci del Consorzio Innova Energia, in fornitura con EGEA nel 1° trimestre 2019 e nei primi due trimestri del 2022, la richiesta verrà fatta dal Consorzio stesso
Per i nostri associati che sono soci del Consorzio Innova Energia, che hanno aderito successivamente al 1° trimestre 2019 verrà invita dal Consorzio un apposita comunicazione.

2022-08-25T15:39:43+00:00 By |news|