La Legge di Stabilità 2014

La Legge di Stabilità 2014

Un tempo si chiamava Legge Finanziaria, ora Legge di Stabilità, ma non cambiano i contenuti.

Sul supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 302 del 27 dicembre 2013 è stata pubblicata la legge n. 147 del 27 dicembre 2013, che è stata ripubblicata sul supplemento ordinario n. 4 alla Gazzetta Ufficiale 13 gennaio 2014 n. 9.

Fra le principali novità:

Provvedimenti relativi ad immobili – Casa

Pagamento canoni di locazione immobili abitativi

E’ disposto l’obbligo di effettuare il pagamento dei canoni di locazione di immobili abitativi, a prescindere dal relativo ammontare, con mezzi di pagamento diversi dal contante (ad es. bonifico bancario, assegno, ecc.) in grado di assicurare la tracciabilità anche ai fini di poter godere di agevolazioni e detrazioni fiscali, ad esclusione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica e per le locazioni di immobili strumentali.

Nuova Imposta Unica Comunale (IUC)

E’ istituita la nuova imposta unica comunale cosi detta IUC, basata sui seguenti due presupposti impositivi:

1 – Possesso di immobile collegato alla relativa natura e valore;

2 – Erogazione e fruizione dei servizi Comunale detta imposta è quindi articolata nelle seguenti due componenti:

– la prima, l’IMU di natura patrimoniale, dovuta dal possessore degli immobili, esclusa l’abitazione principale.

– la seconda riferita ai servizi, a sua volta articolata:

– nella TASI (Tributo per i servizi indivisibili) a fronte della copertura dei costi relativi ai servizi indivisibili del comune.

– nella TARI (Tassa sui rifiuti) per la copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani (è abrogata la TARES).

La dichiarazione IUC dovrà essere presentata, utilizzando apposito modello, entro il 30 giugno dell’anno successivo alla data di inizio possesso/detenzione dei locali/aree, assoggettabili alla nuova imposta.

E’ necessario presentare una nuova dichiarazione, sempre entro il 30 giugno dell’anno successivo al periodo considerato, nel caso di variazione di costi che comportino un diverso ammontare dell’imposta.

Il versamento della TASI e della TARI va effettuato tramite il modello F24 o con apposito bollettino di CCP o altri mezzi.

TASI – l’aliquota di base è pari all’1‰ e può essere aumentata fino al 2,5‰.

IMU – entrata a regime dal 2014, non è applicabile all’abitazione principale, ad esclusione di A/1, A8, A/9.

Deducibilità IMU immobili strumentali

Per il 2013 è deducibile dal reddito dell’impresa/lavoro autonomo nella misura del 30%. Dal 2014 la deducibilità è fissata nella misura del 20%.

L’IMU rimane comunque indeducibile dall’IRAP.

Detrazione interventi riqualificazione energetica

E’ stata disposta un’ulteriore proroga della detrazione IRPEF/IRES relativamente al lavori di riqualificazione energetica nella misura del:

– 65% per le spese sostenute nel periodo 10 giugno 2013 – 31 dicembre 2014

– 50% per le spese sostenute dal 1 gennaio al 31 dicembre 2015.

Detrazione interventi recupera patrimonio edilizio

E’ stata disposta un’ulteriore proroga delle detrazioni IRPEF con il tetto massimo di € 96.000,00, per gli interventi  di recupero del patrimonio edilizio ed in particolare la detrazione è riconosciuta nella misura del:

– 50% per le spese sostenute nel periodo 6 giugno 2012 – 31 dicembre 2014.

– 40% per le spese sostenute dal 1 gennaio al 31 dicembre 2015.

– dal 2016 la detrazione spetterà nella misura prevista a regime (36% con il limite di spesa di € 48.000,00).

Detrazione sismica

La detrazione per le spese relative agli interventi finalizzati all’adozione di misure antisismiche attivate dal 5 agosto 2013 su edifici ricadenti nelle zone sismiche ad alta pericolosità, riferite a costruzioni adibite ad abitazione principale o ad attività produttive, spetta nella misura del:

– 65% per le spese sostenute nel periodo 6 giugno 2013 – 31 dicembre 2014.

– 50% per le spese sostenute dal 1 gennaio al 31 dicembre 2015.

Detrazioni acquisto mobili ed elettrodomestici

E’ prorogata dal 31 dicembre 2013 al 31 dicembre 2014 la detrazione IRPEF del 50% riconosciuta ai soggetti che usufruiscono della detrazione per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, per le spese sostenute per l’acquisto di mobili finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione nonché di grandi elettrodomestici nella categoria A+ (A per i forni) su un importo non superiore a 10.000,00 euro.

Provvedimenti di carattere fiscale e tributario

Rivalutazione beni d’impresa e partecipazioni

E’ riproposta, riservata alle società di capitali ed enti non commerciali che nella redazione del bilancio non adottano i principi contabili internazionali, va effettuata nel bilancio 2013 e deve riguardare tutti i beni risultanti dal bilancio al 31/12/2012 appartenenti alla stessa categoria omogenea.

E’ possibile provvedere all’affrancamento, anche parziale della riserva o del capitale, mediante il pagamento di un’imposta sostitutiva in misura pari al 10%.

Il maggiore valore dei beni è riconosciuto ai fini fiscali a partire dal terzo esercizio successivo a quello della rivalutazione (in generale dal 2016) tramite il versamento di un’imposta sostitutiva determinata nelle seguenti misure:

– 16% per i beni ammortizzabili;

– 12% per i beni non ammortizzabili.

Riallineamento valore partecipazioni di controllo

E’ possibile, per le società di capitali, società di persone ed enti commerciali, che hanno iscritto in bilancio una partecipazione di controllo per effetto di un’operazione straordinaria, procedere al riallineamento del relativo valore mediante il versamento di un’imposta sostitutiva del 16%.

Rivalutazione terreni e partecipazioni

E’ possibile rideterminare il costo di acquisto di:

– terreni edificabili ed agricoli posseduti a titolo di proprietà, usufrutto, superficiale ed enfiteusi;

– partecipazioni non quotate in mercati regolamentati, possedute a titolo proprietà e usufrutto alla data del 1 gennaio 2014 non in regime d’impresa, da parte di persone fisiche o società semplici e associazioni professionali, nonché di enti non commerciali, entro il 30  giugno 2014, previo redazione ed asseverazione della perizia di stima, con il versamento di un’imposta sostitutiva con le seguenti aliquote:

– 2% per le partecipazioni non qualificate;

– 4% per le partecipazioni qualificate ed i terreni.

Perdite su crediti

La sussistenza degli elementi certi e precisi si realizza, inoltre, “in caso di cancellazione dei crediti dal bilancio operata in applicazione dei principi contabili” dal 2013.

Deducibilità dei canoni leasing

E’ stato modificato il periodo minimo di deducibilità dei canoni che ora è pari:

– alla metà per la generalità dei beni mobili;

– a 12 anni per i beni immobili.

Rimane confermato in misura corrispondente all’intero periodo d’ammortamento il periodo minimo di durata del leasing avente ad oggetto i veicoli a deducibilità limitata.

Le novità sono l’applicabilità ai contratti stipulati dal 1 gennaio 2014.

Esclusione IRAP per imprenditori e professionisti minimi

Purtroppo è stato soppresso lo stanziamento del fondo finalizzato all’esclusione da IRAP delle imprese individuali nonché dei lavoratori autonomi che:

– non si avvalgono di dipendenti o soggetti assimilati,

– utilizzano, anche in locazione, beni strumentali.

Ma è possibile che si debba continuare ad opporsi all’applicazione dell’IRAP ai piccoli imprenditori individuali con ricorsi costosi e perdita di tempi importanti? Non servono altre parole di commento.

Indennizzo rottamazione licenze

E’ prorogato al 31 dicembre 2016 l’indennizzo riconosciuto agli operatori del settore commerciale e turistico che cessano l’attività nei 3 anni precedenti il pensionamento di vecchiaia nel periodo 01/01/012 – 31/12/2016.

Le domande possono essere presentate entro il 31 dicembre 2017. Conseguentemente, è prorogato fino al 2018 l’aumento dello 0,9% della contribuzione della gestione IVS commercianti.

Addizionale IRPEF regionale

Non più dal 2014, ma dal 2015 le Regioni a statuto ordinario possono incrementare/diminuire l’aliquota di base dell’addizionale regionale IRPEF.

Compensazione crediti d’imposta superiore a € 15.000,00

L’utilizzo in compensazione nel modello F24 dei crediti IRPEF, IRES, IRAP, ritenute alla fonte, imposte sostitutive  per  importi superiori a 15.000,00 euro annui richiede l’apposizione del visto di conformità già per i crediti 2013, utilizzabili nel 2014.

Per le società di capitali assoggettate al controllo contabile, il visto di conformità può essere sostituito dalla sottoscrizione della dichiarazione dal revisore contabile.

Riordino oneri detraibili

Entro il 31 gennaio 2014 dovrà essere effettuata la razionalizzazione degli oneri detraibili ai fini IRPEF. In caso di mancata adozione della suddetta razionalizzazione, la detrazione IRPEF del 19% (per interessi passivi mutuo prima casa, spese mediche, spese funebri, premi assicurazione rischio morte, ecc.) si riduce al 18% per il 2013 e al 17% per il 2014.

Reclamo e mediazione

Per controversie di valori non superiore a € 20.000,00, qualora il contribuente intenda proporre ricorso, la presentazione preliminare del reclamo è richiesta ai fini della procedibilità del ricorso stesso.

Definizione agevolata somme iscritte a ruolo

E’ riconosciuta la possibilità di estinguere, senza corresponsione degli interessi, il debito risultante dai ruoli emessi dagli agenti della riscossione entro il 31/10/2013, tramite il pagamento:

– di quanto iscritto a ruolo o dell’ammontare residuo;

– dell’aggio a favore degli agenti della riscossione.

Il versamento totale di quanto dovuto dovrà essere effettuato entro il 28/02/2014.

Acquisto pubblicità on-line

I soggetti passivi iva devono effettuare gli acquisti di pubblicità on-line di link sponsorizzati, anche attraverso centri media e operatori terzi, da soggetti titolari di partita iva.

Gli spazi pubblicitari on-line ed i link sponsorizzati devono essere acquistati esclusivamente da soggetti titolari di partita iva in Italia.

Il pagamento dei suddetti servizi va effettuato esclusivamente mediante bonifico bancario/postale dal quale devono risultare i dati identificativi del beneficiario, o con altri strumenti idonei alla tracciabilità delle operazioni.

Agevolazioni per ATI e RTI

Per il 2014 e 2015 è istituito un fondo finalizzato a sostenere le imprese che costituiscono un’associazione temporanea d’impresa (ATI)o un raggruppamento temporaneo di imprese (RTI) per operare su manifattura sostenibile e artigianato digitale, promozione, ricerca e sviluppo di software e hardware e per ideare modelli di vendita non convenzionali e forme di collaborazione tra tali attività produttive.

Imposta registro leasing immobiliari

Dal 2014 è previsto l’assoggettamento ad imposta di registro del 4% la cessione da parte dell’utilizzatore di un contratto di leasing avente ad oggetto un immobile strumentale, anche da costruire, anche se la stessa è soggetta ad iva.

L’imposta di registro è determinata sul corrispettivo pattuito aumentato dalla quota capitale compresa nei canoni ancora da pagare oltre al prezzo di riscatto.

Somministrazione di alimenti e bevande tramite distributori automatici

I prezzi delle somministrazioni di alimenti e bevande tramite distributori automatici, effettuate in attuazione dei contratti stipulati entro il 4/08/2013, possono essere rideterminati in aumento al solo fine di adeguarli all’incremento dell’aliquota iva dal 4% al 10% decorrente dal 1 gennaio 2014.

Notai e conto corrente dedicato per deposito somme

Nei confronti dei notai, ovvero di altri pubblici uffici è riservato l’obbligo di provvedere al versamento, su conto corrente dedicato:

– delle somme dovute a titolo di onorari, diritti, accessori, rimborsi, spese e contributi, nonché  di tributi per i quali lo stesso è sostituto/responsabile d’imposta relativamente agli atti ricevuti/autenticati e soggetti a pubblicità immobiliare o alle attività/prestazioni per i quali gli stessi siano delegati dall’autorità giudiziaria;

– di ogni altra somma soggetta all’obbligo di annotazione nel registro delle somme e dei valori;

– dell’intero prezzo/corrispettivo o per saldo di contratti di trasferimento/costituzione/estinzione della proprietà/altro diritto reale su immobili o aziende.

Prodotti non commerciali ceduti gratuitamente

I prodotti alimentari non più commercializzati o non idonei alla commercializzazione per carenza o errori di confezionamento, di etichettatura, peso o per altri motivi similari, nonché per prossimità della data di scadenza, ceduti gratuitamente a favore di enti pubblici, associazioni riconosciute o fondazioni aventi esclusivamente finalità di assistenza, beneficenza, educazione, istruzione, studio o ricerca scientifica e Onlus, si si considerano distrutti ai fini effetti dell’iva, a prescindere dal ritiro da parte del beneficiario presso i luoghi di esercizio dell’impresa.

Imposta di bollo comunicazioni prodotti finanziari

Dal 2014 la misura dell’imposta di bollo sulle comunicazioni periodiche relative ai prodotti finanziari aumenta dal 1,5% al 2%.

Plusvalenze Capital Gain

Dal 2014 sono abrogate e ridefinite le disposizioni in base alle quali plusvalenze derivanti dalla cessione di partecipazioni non concorrono alla formazione del reddito imponibile e sono quindi da considerarsi esenti.

Provvedimenti relativi al lavoro

Detrazioni IRPEF per lavoratori dipendenti ed assimilati

La detrazione base passa da € 1.840,00 a € 1.880,00, con adeguamenti di altre detrazioni.

Riduzione dei premi INAIL

E’ prevista la riduzione dei premi e contributi Inail da applicare a tutte le tipologie oggetto di riduzione.

Sconto IRAP assunzione

Le imprese che incrementano la base occupazionale, rispetto all’anno precedente, con assunzioni a tempo indeterminato, hanno diritto, a partire dal 1 gennaio 2014, ad una deduzione per l’IRAP.

L’importo deducibile, nel limite massimo di € 15.000,00 a persona, spetta per l’anno di assunzione e per i due successivi.

Proroga della sanatoria per associati in partecipazione

La proroga consente di regolarizzare i contratti in rapporto di lavoro e tempo indeterminato entro il 31 marzo 2014.

Trasformazione a tempo indeterminato del contratto a termine

In caso di trasformazione, il datore di lavoro può recuperare tutta la contribuzione aggiuntiva (e non soltanto sei mesi) versata per tutta la durata del contratto (1,40% per ASPI).

Finanziamento degli ammortizzatori sociali

La cassa integrazione e mobilità in deroga è stata integrata di 600 milioni di euro, oltre al miliardo già stabilito dalla legge 92/90 del 2012.

I contratti di solidarietà sono stati finanziati con 40 milioni di euro.

La CIG per cessazione attività prorogata a 24 mesi (L223/91) è stata finanziata con 50 milioni di euro.

Fondo per il reinserimento dei lavoratori con ammortizzatori in deroga

Viene istituito un fondo presso il Ministero del Lavoro per le politiche attive del lavoro.

Fondo per i bambini di famiglie a basso reddito

Viene istituito presso la Presidenza del Consiglio per l’anno 2014 un fondo per i bambini di famiglie a basso reddito.

Piano “Garanzia dei Giovani”

E’ stato rafforzato con un ulteriore finanziamento del contratto a tempo indeterminato per i giovani da 18 a 29 anni.

Rivalutazione dei trattamenti pensionistici

Per il trattamento 2014 – 2016 la rivalutazione automatica delle pensioni avviene nel seguente modo:

– se l’importo e fino a tre volte il minimo, l’indicizzazione è del 100%;

– se l’importo è superiore a tre volte il minimo e fino a quattro volte, l’indicizzazione è del 95%;

– se l’importo è superiore a quattro volte e fino a cinque volte, l’indicizzazione è del 75%;

– se l’importo è superiore a sei volte il minimo, l’indicizzazione è del 40%.

Aliquota per i co.co.co e i co.co.pro pensionati

Nel 2014 l’aliquota da versare (2/3 a carico del committente e 1/3 a cario del collaboratore) alla gestione separata per i collaboratori coordinati e continuativi anche a progetto, sale al 22% mentre nel 2015 arriverà al 23,5%.

Contribuzione alla gestione separata per le partite iva

Nel 2014 l’aliquota contributiva dei soggetti con partita iva iscritti in via esclusiva alla gestione separata resta fissa al 27%.

La contribuzione sale al 28% nel percorso progressivo che porterà nel 2018 alla piena equiparazione con l’aliquota dei lavoratori subordinati.

Ambiente

Recupero rottami di rame

Dal 1° gennaio 2014 le imprese che effettuano recupero di rottami di rame, se si dotano di un sistema di gestione interno certificato, possono far cessare la qualifica di rifiuto (End Of Waste).

Avvio Sistri

Dal 30 marzo i produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi devono iniziare ad utilizzare il Sistri per la tracciabilità elettronica dei rifiuti.

Dal 30 giugno scatta la fase sperimentale per l’applicazione del Sistri ai rifiuti urbani pericolosi conferiti in centri di raccolta o stazioni ecologiche comunali o altre aree di raggruppamento o di stoccaggio.

Dal 2 agosto si applicano le sanzioni previste dal D.Lgs. 152/06 per la mancata adesione al Sistri da parte dei soggetti obbligati e per il mancato o scorretto utilizzo dei dispositivi elettronici (chiavette usb e black boxes) e delle schede collegate.

Stabilimenti balneari

Canoni delle concessioni demaniali marittime

Il contenzioso in atto può essere definito tramite domanda all’ente gestore e all’agenzia del demanio mediante il versamento:

– pari al 30% delle somme dovute in un’unica soluzione;

– pari al 60% delle somme dovute, oltre agli interessi legali rateizzato fino a un massimo di sei rate annuali.

La domanda di definizione va presentata entro il 28 febbraio 2014.

2014-02-13T12:42:50+00:00 By |news|