SCADENZE DI FINE ANNO

SCADENZE DI FINE ANNO

AGENTI E RAPPRESENTANTI – Gli agenti e rappresentanti che si avvalgono nell’esercizio della propria attività, in via continuativa, dell’opera di dipendenti o di terzi, possono chiedere, sotto la propria responsabilità, l’applicazione della ritenuta sul 20% della base imponibile anziché sul 50% come per tutti gli intermediari (agenti e rappresentanti, procacciatori d’affari, mediatori).
Se l’agente si avvale esclusivamente della prestazione di terzi, tale prestazione si considera continuativa qualora l’agente stesso abbia sostenuto costi nei periodi d’imposta precedenti superiori al 30% del totale delle provvigioni imputabili al periodo considerato.
La richiesta, appositamente predisposta, va inviata tramite raccomandata con ricevuta di ritorno alla ditta mandante entro il 31 dicembre p.v.

IMPRESE FAMILIARI – L’articolo 230 bis del Codice Civile disciplina l’istituti dell’impresa familiare.
L’atto di costituzione dell’impresa familiare (scrittura privata autenticata o atto pubblico) deve essere redatto con la presenza di un notaio entro il 31 dicembre ed è valido dal 1° gennaio dell’anno successivo. Qualora intervengano variazioni in corso d’anno, è necessario provvedere tempestivamente alla variazione. Si ricorda che i collaboratori dell’impresa familiare devono essere iscritti obbligatoriamente all’INPS e all’INAIL.

IMU – Entro il 16 dicembre p.v. è dovuta la seconda rata IMU sui beni immobili da parte dei soggetti passivi che sono titolari dei diritti di proprietà, uso, superficie, usufrutto, abitazione, enfiteusi, siano essi persone fisiche, imprenditori individuali, società di persone o di capitali.

IVA –ricordiamo che l’acconto IVA, come gli anni precedenti, va versato entro il 27 dicembre p.v.

By | 2013-12-06T15:18:27+00:00 6 dicembre 2013|news|