Versamenti in F24 – nuova normativa

Versamenti in F24 – nuova normativa

Dal 1 Ottobre 2014 sono cambiate le modalità di presentazione degli F24 per i versamenti delle imposte e dei contributi.
Infatti il c.d. “Decreto Renzi” ha esteso, l’obbligo generalizzato di utilizzo esclusivo dei servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate,  per effettuare i versamenti in F24 con importo finale a zero per effetto della compensazione di crediti derivanti da Unico. Nella situazione sopra evidenziata, pertanto, non sarà più possibile utilizzare i servizi degli Istituti di Credito, ma bisognerà necessariamente utilizzare i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.
I prossimi mesi si concentreranno molti pagamenti in F24 come contributi previdenziali, Imu/Tasi, II acconto di novembre, ma sarà anche l’occasione per compensare crediti d’imposta scaturiti dall’ultimo  Modello Unico, è necessario quindi passare a questa nuova modalità per sfruttare l’ opportunità.
La  ns. struttura effettua da sempre questo servizio,  avvisando preventivamente con un SMS dell’importo che sarà addebitato, dando così la possibilità di revocare il pagamento qualora fosse necessario. Inoltre viene garantita la valuta di addebito nel  giorno di scadenza dell’adempimento.
Per attivare questo servizio, completamente gratuito, per i nostri associati con servizi amministrativi, potete prendere contatto con un  Consulente che le fornirà tutte le informazioni necessarie.

 

By | 2014-10-29T10:01:48+00:00 29 ottobre 2014|news|