FATTURA ELETTRONICA verso le PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Obbligatoria dal 6 giugno 2014

FATTURA ELETTRONICA verso le PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Obbligatoria dal 6 giugno 2014

Tutti gli OPERATORI ECONOMICI (imprenditori e professionisti) per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuate nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni e degli ENTI PUBBLICI NAZIONALI, hanno l’obbligo di emettere, trasmettere, conservare e archiviare le fatture (anche sotto forma di Nota, Conto, Parcella e simili) ESCLUSIVAMENTE in FORMATO ELETTRONICO, a partire dal prossimo 6 giugno.
Le AMMINISTRAZIONI STATALI, infatti, da tale data hanno il DIVIETO di accettare fatture emesse o trasmesse in FORMA CARTACEA, e di procedere a pagamenti, anche parziali, sino all’invio in FORMA ELETTRONICA.
La MODALITA’ DI TRASMISSIONE avverrà con il SISTEMA DI INTERSCAMBIO (SdI) istituito presso il Ministero
Economia e Finanze e la fattura deve avere il FORMATO XML con FIRMA ELETTRONICA QUALIFICATA o DIGITALE.
Agli uffici deputati a ricevere le fatture elettroniche viene assegnato un CODICE UNIVOCO, reso pubblico tramite il sito: www.indicepa.gov.it
Il codice dell’ufficio va obbligatoriamente indicato sulla fattura elettronica emessa nei confronti della PA perché in sua assenza la fattura viene rifiutata dal Sistema.
Per approfondire:
http://www.fatturapa.gov.it/export/fatturazione/it/fattura_PA.htm
Per accedere al Sistema di Interscambio per la trasmissione delle fatture servono le credenziali Entratel / Fisconline o una Carta Nazionale dei Servizi. E’ necessario che il fornitore sia dotato di casella PEC, che aderisca e sottoscriva l’accordo di servizio e definisca un accordo per disciplinare la trasmissione della fattura e i relativi messaggi di notifica.
La fattura elettronica può essere inviata tramite Posta Elettronica Certificata. Il file da trasmettere, di dimensione non superiore a 30 mega, costituisce l’allegato del messaggio di posta.
La trasmissione della fattura può essere effettuata anche secondo altre modalità e per ulteriori dettagli si rimanda al sito www.fatturapa.gov.it.

By | 2014-04-30T10:52:23+00:00 18 aprile 2014|news|