Sintesi requisiti per accesso esonero contributivo INPS anno 2021.

Sintesi requisiti per accesso esonero contributivo INPS anno 2021.

Via alle domande per l’esonero (parziale) dei contributi per i lavoratori autonomi che, lo scorso anno, hanno subito l’erosione del giro d’affari a causa del Covid-19 e presentano specifici requisiti.

Dal 25 agosto è scattata la possibilità per gli iscritti alle diverse gestioni previdenziali dell’Inps di presentare (telematicamente) la domanda per ottenere uno sgravio sui versamenti dovuti nel 2021.

La presentazione delle domande deve avvenire, a pena di decadenza, entro il 30 settembre 2021 e l’aiuto statale si concretizza in uno sconto che può arrivare fino ad un massimo di 3.000 euro.

SOGGETTI INTERESSATI
sono beneficiari dell’esonero contributivo in questione i soggetti che risultino iscritti:

a) alle Gestioni speciali dell’Assicurazione generale obbligatoria (AGO): artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri;

b) alla Gestione separata dei liberi professionisti senza cassa

c) alle Casse professioni autonome

d) alla Gestione separataprofessionisti e altri operatori sanitari di cui  già collocati in pensione;

e) alle Casse professioni autonome come professionisti, medici, infermieri e altri operatori già collocati in pensione.

ATTENZIONE: Sono esclusi i soggetti che abbiano avviato l’attività dal 1° gennaio 2021 compreso.

 

REQUISITI NECESSARI
a) avere subito un calo del fatturato o dei corrispettivi nell’anno 2020 non inferiore al 33% rispetto a quelli dell’anno 2019. Il requisito non rileva per i soggetti iscritti nel corso dell’anno2020 e con inizio attività nel medesimo anno

b) avere percepito, nel periodo d’imposta 2019, un reddito da lavoro o derivante dall’attività che comporta l’iscrizione alla Gestione non superiore a 50.000 euro.

c) risultare in possesso del requisito della regolarità contributiva verificato attraverso il Documento unico di regolarità contributiva (DURC). La regolarità contributiva è verificata d’ufficio a far data dal 1° novembre 2021. A tale fine la regolarità contributiva è assicurata anche dai versamenti effettuati entro il31 ottobre 2021.

d) non essere titolari di contratto di lavoro subordinato, con esclusione del contratto di lavoro intermittente senza diritto all’indennità di disponibilità

e) non essere titolari di pensione diretta, diversa dall’assegno ordinario di invalidità do da qualsiasi altro emolumento corrisposto dagli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria, a integrazione del reddito a titolo di invalidità, avente natura previdenziale, che risponda alle medesime finalità di cui al citato assegno, comunque esso sia denominato.

 

AMMONTARE DELL’ESONERO
L’esonero spetta per l’importo dovuto dal titolare della posizione contributiva in misura pari alla somma della contribuzione esonerabile per ciascun lavoratore iscritto alla Gestione speciale dell’AGO e presente nel nucleo aziendale alla data del 1° gennaio 2021.

Per ciascun lavoratore e collaboratore familiare è previsto il riconoscimento dell’esonero nel limite massimo individuale di 3.000 euro, riparametrato e applicato su base mensile.

 

COME E QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA
La presentazione della domanda di esonero avverrà attraverso distinti modelli già disponibili su sito dell’INPS dal 25/08 per ogni Gestione INPS.

La domanda viene presentata attraverso autenticazione personale sul sito dell’INPS (SPID/Credenziali/CIE).

La presentazione delle domande deve avvenire a pena di decadenza entro il giorno 30 settembre 2021.

Per ulteriori informazioni o per la predisposizione della domanda rivolgersi al proprio consulente fiscale in tutte le sedi di Confesercenti.

2021-09-06T12:35:09+00:00 By |news|